LA SCARPACCIA: CAMAIORESE O VIAREGGINA?

SALATA O DOLCE?

LO SCONTRO-DIBATTITO, AL LIMITE DEL SANO SFOTTÒ CAMPANILISTICO, RESTA APERTO.

E VOI… QUALE PREFERITE?

La Scarpaccia, in Versilia, è argomento molto, ma molto delicato… perché se chiedete a un camaiorese cosa ne pensa della “Scarpaccia Viareggina” correte il rischio di essere malamente apostrofati, se non mandati addirittura a quel paese.

A Camaiore sono in molti a perpetuare un vecchio detto, dal tono ironico, che recita così: “I viareggini? Un son boni a nulla! Sono riusciti a rovina’ anche la Scarpaccia!”.

 

LA PRIMOGENITA PARE SIA CAMAIORESE

Già, perché pare che anticamente la Scarpaccia sia proprio nata nel camaiorese, come cibo povero ma squisito. Non c’era granché per cena? No problem: si andava nell’orto di casa, si prendevano gli zucchini, i loro fiori e una cipolla e il gioco era fatto.

la Scarpaccia salata camaiorese

Solo più avanti negli anni a Viareggio la si preparò, pare per meglio sostenere le merende dei bambini bisognosi di energie dopo il passaggio del colera, con l’aggiunta però di  uova e zucchero.

la Scarpaccia dolce viareggina

OGGI DOVE TROVARLA

Ma dove trovarla oggi una buona scarpaccia?

Nelle case, probabilmente dove c’è una nonna.

O comunque dove la ricetta è stata tramandata dalle vecchie alle nuove generazioni.

Ma se a Camaiore avrete buone probabilità, in stagione di zucchini, di trovarla in forni, alimentari, pizzerie o pasticcerie, a Viareggio avrete dei grossi problemi a reperirla (ma che peccato!!!).

———————————————————

LA NOSTRA DISFIDA

Noi abbiamo testato personalmente due grandiose versioni di Scarpaccia: la versione salata alla Gastronomia Il Merlo di Camaiore, la versione dolce alla pasticceria Gambalunga di Viareggio.

Romana Torcigliani, Il Merlo
La gastronomia Il Merlo di Camaiore
Fabrizio Benassi, Gambalunga
La pasticceria Gambalunga di Viareggio

L’INCONTRO CON LE DUE “SCARPACCE-TOP”:

SIAMO STATI ALLA GASTRONOMIA IL MERLO

E ALLA PASTICCERIA GAMBALUNGA

GUARDA IL NOSTRO VIDEO!!!

Deliziose! Deliziose entrambe!

La signora Romana (madre del noto e affermato chef Angelo Torcigliani), che assieme alla figlia Annalea troverete nella splendida gastronomia Il Merlo alle porte di Camaiore, ci ha deliziato con le sue piccole e sfiziose ‘Scarpaccette’ realizzate apposta per noi. Nata in Emilia ma trapiantata a Camaiore in età giovanissima, ha detto di aver ascoltato con grande interesse le donne di Camaiore che le hanno insegnato tutti i trucchi.

Croccantina, saporita, sfiziosa. Potrei mangiarla all’infinito.

la Scarpaccia camaiorese

Fabrizio Benassi ci ha fatto accomodare nella suggestiva sala liberty della sua storica pasticceria Gambalunga. La sua è una ricetta storica (e segreta), come del resto – ci dice con orgoglio mentre chiacchieriamo – quella dei suoi befanini alla viareggina (di cui vi parleremo tra qualche tempo).

Dopo il primo morso alla sua sontuosa Scarpaccia sono partiti mugolii di piacere…

la Scarpaccia dolce viareggina

CHI HA VINTO?

Lo diciamo subito: nessun vincitore.

Non tanto per essere salomonici o democristiani, ma solo perché trattasi di due versioni così differenti da non poter essere paragonate sullo stesso piano.

Infatti la versione salata ben si presta ad un aperitivo, un antipasto sfizioso. Magari sbocconcellandola anche nel corso di una cena tra un piatto e l’altro.

La versione dolce è invece fantastica come chiusura di una cena, e perché no, anche a colazione. Due storie diverse dunque.

Poi, se proprio mi chiedete quale delle due io prediliga in generale… beh, devo ammetterlo: la dolce! Ma, ad essere onesti e per completezza d’informazione, va anche detto che sono nato a Viareggio…

——————————————————————

LORENZO TOSI E IL SUO SCARPACCIA-CONTEST

Intanto partiamo dal fatto che Lorenzo Tosi, giovane ristoratore di Lido di Camaiore con la sua Risacca, è per metà camaiorese (per parte di madre) e per metà viareggino (di padre).

Chi meglio di lui… poteva aver idea più brillante? Mi chiederete che cosa ha combinato il Tosi per ben due volte in un anno?

Lorenzo Tosi, ristorante La Risacca

Si è inventato un sondaggio-provocazione sulla sua pagina Facebook scrivendo testualmente:

VOGLIO SCATENARE IL PUTIFERIO: PREFERITE LA SCARPACCIA SALATA CAMAIORESE O QUELLA DOLCE VIAREGGINA?

Da lì sono partite le votazioni, ma soprattutto le ‘sfottine’, le prese in giro, e ne è emerso un campanilismo, una certa partigianeria che, talvolta, stava quasi per sfociare in aspri confronti… ma che invece, ovviamente, è rimasta nella semplice rivendicazione del proprio gusto personale o appartenenza territoriale.

Ovvio che il sondaggio è solo tra gli amici di Lorenzo, dunque un campione un po’ esiguo… ma divertente e interessante lo è stato comunque.

In entrambi i sondaggi ha trionfato la versione camaiorese, anche se per originalità e ironia dei commenti hanno vinto i viareggini.

Lorenzo ci confessa di amare entrambe le versioni ma di preferire quella salata, che in casa sua gira da sempre.

E ci racconta che nella bella stagione la propone in forma di apetlzer ai propri clienti della Risacca che, compiaciutissimi e conquistati dalla bontà, ne chiedono subito la ricetta.

PRIMO SONDAGGIO TRA GLI AMICI DI TOSI A MARZO 2020

Scarpaccia Salata 57%

Scarpaccia Dolce 43%

SECONDO SONDAGGIO TRA GLI AMICI DI TOSI A MARZO 2021

Scarpaccia Salata 69%

Scarpaccia Dolce 31%

ALCUNI COMMENTI AL SONDAGGIO

FILIPPO La scarpaccia salata non esiste, è semplicemente una torta salata di zucchini.

ANNAMARIA Le migliori ricette sono state originate da sbagli… l’ingegno viareggino ha tirato fuori da una povera frittata… un dolce spettacolare.

MARZIA Bonaaaaa alla camaiorese!!!

DORA A me piacciono entrambe ma quella salata la preferisco perché non “stufa” e poi perché ci si beve bene!

TENNA La scarpaccia è dolce, altrimenti è una delle tante torte salate, che sia buona non lo metto in dubbio ma è buona anche la frittata di cipolle!!!

LORENZO Gli zucchini con lo zucchero l’hanno a mangià i salmastrosi.

FEDERICO Da viareggino co’ bisnonni al camposanto vecchio… i miei vecchi mi dicevano che quella dolce è stata introdotta come merenda per i ragazzi, resa un po’ più nutriente con lo zucchero, in un periodo di particolare miseria o forse dopo l’epidemia di colera.

MATILDE Piace anche a me salata, ma a quel punto preferisco la frittata di zucchini (linciaggio tra 3…2…1…).

ENRICO Dovete pubblicare i nomi dei viareggini che hanno votato per la scarpaccia salata. Propongo di sottoporli a gogna mediatica ed esporli al pubblico ludibrio sotto la Torre Matilde.

WALTER Adesso invento la scarpaccia versiliese, com metà zucchero e metà sale. Sono o non sono un grande chef? Seguitemi per altre ricette.

Nessun commento

Lascia un commento